Martedì 4 agosto 2020, ore 21.00

Trento, Sala del Falconetto (Palazzo Geremia)
L’ORCHESTRA IN UN PIANOFORTE

Sandra Landini e Francesca Amato, pianoforte a quattro mani
Musiche di Puccini, Ciaikovski, Bach, Liszt
POSTI LIMITATI: Ingresso gratuito con offerta libera dalle ore 20.30 con protocolli anti-covid, senza prenotazione e fino ad esaurimento posti. L’ingresso al pubblico verrà chiuso al raggiungimento del limite dei posti a sedere.
In collaborazione con il Comune di Trento

Fin dal consolidamento del pianoforte come evoluzione definitiva dello strumento a tastiera nel XIX secolo, la pratica di realizzare trascrizioni per pianoforte solo e soprattutto per pianoforte a quattro mani di celebri brani orchestrali ha avuto una grandissima diffusione. Essa infatti, in un periodo storico in cui radio, televisione, internet non erano presenti, permetteva praticamente a tutti gli amanti della musica, professionisti e dilettanti, di eseguire od ascoltare le più importanti pagine del repertorio orchestrale, che diversamente sarebbe stato possibile conoscere solamente ai concerti delle grandi compagini orchestrali, certamente non alla portata di tutti. Queste trascrizioni venivano fatte talvolta dagli stessi compositori (per esempio Brahms, Ravel, Stravinski), più frequentemente da altri musicisti. Il programma del duo Landini-Amato propone rielaborazioni dell’opera Tosca di Puccini, del balletto La Bella Addormentata di Ciaikovski, del poema sinfonico Les Preludes di Liszt.

Sandra Landini ha vinto i concorsi internazionali di Taranto e Stresa, si è esibita in Italia, Europa, USA, è docente di pianoforte principale presso il Conservatorio di Parma. Francesca Amato ha vinto numerosi concorsi nazionali ed internazionali, si è esibita in Italia ed Europa in prestigiose stagioni, è docente di pianoforte presso il Liceo Musicale Carducci di Pisa.

PROGRAMMA

A. BUZZI PECCIA (1854-1943) Impressioni Teatrali: Tosca di Giacomo Puccini

P. I. CIAJKOVSKIJ (1840-1893) Suite dal Balletto “La Bella Addormentata nel bosco”

– Introduction. La Fée del Lilas

– Adagio. Pas d’action

– Pas de caractère. Le Chat botté et la Chatte blanche

– Panorama

– Valse

(Trascrizione di S. Rachmaninoff)

J. S. BACH (1685-1750) Das alte Jahr vergangen ist

Aus tiefer Not schrei ich zu dir

Sonatina Actus tragicus

(Trascrizione di G. Kurtag)

F. LISZT (1811- 1886) Poema Sinfonico : Les Préludes

Andante- Andante maestoso-Allegro ma non troppo-Allegro tempestuoso

Allegretto pastorale-Allegro marziale animato

(Trascrizione di F. Liszt)

Francesca Amato

Francesca Amato si è diplomata in pianoforte con il massimo dei voti e la lode presso il Conservatorio “G.Frescobaldi” di Ferrara. Successivamente si è perfezionata alla Scuola di Musica di Fiesole con Maria Tipo, alla Scuola Superiore Internazionale di Musica da Camera di Duino col Trio di Trieste, all’Accademia Pianistica Internazionale di Imola con Pier Narciso Masi, conseguendo con il massimo dei voti il diploma in Musica da Camera. Vincitrice di numerosi concorsi pianistici nazionali ed internazionali, svolge da anni una intensa attività concertistica che la ha vista esibirsi come solista ed in formazioni cameristiche nelle maggiori città italiane ed europee: Musiksaal dell’Università di Colonia, Forum des Cordeliers e Centre Culturel Aerospatial di Tolosa, Sala Grande dell’Istituto Italiano di Cultura di Vienna, Sala da Camera Bulgaria di Sofia, Teatro Nazionale di Algeri, Stadthsalle di Unna, Teatro Manzoni di Pistoia, Teatro Marcello e Castel S.Angelo a Roma, Teatro del Popolo a Concordia (Modena), Palazzo Ducale a Venezia, Circolo degli Artisti di Torino e ancora a La Spezia, Firenze, Siena, Lucca, Forlì, Perugia, Verona… Ha al suo attivo la registrazione di un CD dal titolo “Meravigliose sofferenze” dedicato alla musica per pianoforte a quattro mani di Schubert, Schumann e Brahms. Ha conseguito la laurea di II livello ad indirizzo concertistico con il massimo dei voti e la lode presso il Conservatorio “G. Puccini” di La Spezia. E’ docente di pianoforte al Liceo Musicale “G. Carducci” di Pisa.

Sandra Landini

Sandra Landini è risultata vincitrice del primo premio assoluto ai Concorsi Internazionali di Stresa e Taranto del secondo premio assoluto al concorso Internazionale di Chieti e del terzo premio assoluto al Concorso Internazionale “Fryderyk Chopin” di Roma e al Concorso pianistico “Ferenc Liszt” di Lucca. Ha tenuto recital in tutta Europa, Gasteig a Monaco di Baviera, Festival Grieg a Bergen (Norvegia), Fondation Pierre Gianadda a Martigny (Svizzera) Theatre des Varietes a Montecarlo, Musik Theater e Università di Vienna, Fondazione N. Piccinni di Bari, St Giles’ Cathedral ad Edimburgo, Accademia Nazionale di Lovran (Croazia) e inoltre a Torino, Milano, Stresa, Lugano, Londra, Parigi, Norimberga, Dublino… Ripetutamente invitata negli Stati Uniti ha suonato per la Steinway Piano Series presso l’Università della Florida, nella Kopleff Recital Hall ad Atlanta, nella Bertelsmann Foundation Building ad Athens e alla Hugh Hodgson University Of Georgia. In qualità di solista di è esibita con l’Orchestra Filarmonica di Stato di “J. Dumitrescu” della Romania (Chopin, Concerto n°1), Orchestra P.J Cajkovskij della Repubblica di Udmurtia (Mozart Concerto per due pianoforti KV365) e al Teatro Comunale di Alessandria (J.S. Bach, Concerto per tre pianoforti e orchestra BWV 1063). Ha pubblicato un CD per la Phoenix Classics dedicato a Chopin e ad autori russi (Rachmaninov, Balakirev, Glinka). Si è diplomata al Conservatorio “L. Cherubini” di Firenze con il massimo dei voti e la Lode perfezionandosi successivamente con Orazio Frugoni e Maria Golia. E’ docente di pianoforte al Conservatorio Musicale “A. Boito” di Parma.